top of page

L'orso di Da Vinci - l'ossessione inglese per il genio fiorentino

L'oggetto? Un disegno di "soli" 7x7 centimetri di un orso. Il prezzo? tra 8 e 12 milioni di sterline. La ragione? Si tratta di una delle ultime opere di Leonardo Da Vinci ancora in mani private e che, in brevissimo tempo, cambierà nuovamente proprietario. Questa settimana, giovedì, Leonardo può battere un nuovo record diversi secoli dopo la sua morte. Accompagnaci per conoscere la storia de l'orso di Da Vinci.

Un'asta da record


Forse per chi di noi è al di fuori del mondo delle opere d'arte e del suo mercato, i numeri che vengono gestiti possono sembrare esorbitanti. E in un certo senso lo sono, ma anche perché è un mercato molto ristretto. Immagina che il più grande collezionista di opere di Leonardo sia niente di più e niente di meno che la regina d'Inghilterra in persona.


Questa particolare opera sarà messa all'asta dalla prestigiosa casa londinese Christie's, che parte da un prezzo stimato tra le 8 e le 12 milioni di sterline. Con questo la casa incaricata dell'asta cerca di battere il record per la vendita di un'opera del genio fiorentino che, per ora, conserva l'opera del " Cavallo e cavaliere " venduta da loro stessi 20 anni fa per 8 milioni di sterline sterlina.


Per ora l'opera di Da Vinci è in tournée mondiale per essere esposta sui migliori palcoscenici del mondo, dando la possibilità a molte persone di assistere dal vivo ad un disegno originale di uno degli artisti più riconosciuti del Rinascimento. Queste mostre servono anche a dimostrare l'interesse del grande pubblico per l'opera, che aiuta molto ad aumentare il prezzo del disegno.

Cosa c'è dietro l'orso?


La storia di questo minuscolo disegno parte dalla mano dello stesso Leonardo con una tecnica che gli aveva insegnato il suo maestro Andrea del Verrocchio. Ecco perché il disegno è realizzato con punta d'argento su carta rosa pallido. L'opera è legata ad altri tre studi di Da Vinci relativi agli animali: uno di due gatti e un cane (custodito dal British Museum di Londra); un altro che trasfigura le zampe di un cane (in mostra nelle National Galleries of Scotland a Edimburgo); e l'ultimo su un orso che cammina (residente nella collezione Lehman al Metropolitan Museum of Art di New York).


La prima mostra dell'orso risale al 1937 e da allora viene presentata nei più prestigiosi ambiti della cultura e dell'arte. Anche il suo passaggio di proprietario in proprietario è lungo ed è stato nelle mani di alcuni tra i più famosi collezionisti della storia. Ma l'attuale proprietario dell'opera ha espresso con forza la volontà di rimanere anonimo.


Speriamo che Leonardo possa continuare a battere record che aumentino (se è possibile) la sua eredità culturale e la sua leggenda. Noi italiani continueremo ad essere pieni di orgoglio ogni volta che sentiremo il suo nome, sentendoci eredi di uno dei più grandi geni inventivi della storia. Prima di salutarci, ti faremo una domanda, secondo te " l'orso di Da Vinci " può battere il record come l'opera di Leonardo più costosa di tutti i tempi?

Post correlati

Mostra tutti

Comentarios

Obtuvo 0 de 5 estrellas.
Aún no hay calificaciones

Agrega una calificación
Ricevi GRTATIS ONLINE
il giornale italiano bilingue

La tua richiesta è stata inviata

2.jpg
business-3560917_1920.jpg

Vuoi perfezionare

il tuo Italiano?

la mia vita logo-01 - copia.png

**Perfezioni la lingua con 4 professori contemporaneamente**

✅ Classi individuali - tu decidi giorno e ora
✅Accedi all'Ospedale di Italiano per domande specifiche di grammatica

✅Parli tutti i giorni con professori madrelingua per integrare la lingua nella tua quotidianità
✅ e il 4to professore che ti segue durante tutto il percorso di studi per. avere una reale connessione con Italia

Perfeziona la lingua italiana con professori madrelingua
bottom of page